Il mio traditore

Chalandon-Il-mio-traditore

Nella vita spesso la realtà non è come ci appare e anche i legami più sinceri nascondono un volto che, appena svelato, rivela tutta la sua durezza e provoca dolore. [English below]Un dolore tanto più profondo quanto più è stato l’affetto che ha legato due persone.

Questo è il succo della vicenda narrata da Sorj Chalandon ne ‘Il mio traditore’ e che coinvolge Antoine, il protagonista, un liutaio parigino, e Tyrone Meehan, attivista dell’IRA negli anni violenti della guerra civile nell’Irlanda del Nord. Il racconto attraversa trent’anni di storia, a partire dal 1974 quando la memoria del Bloody Sunday era ancora viva, passando per la morte in carcere di Bobby Sands e dei suoi compagni (1981), infilandosi quindi in scelte di vita e politiche che hanno coperto le ceneri di un conflitto mai ben definito.

Nel libro colpisce la passione del giovane francese per quell’angolo inglese d’Irlanda, fino a farne la propria patria elettiva, fino ad abbracciarne senza remore la causa indipendentista, fino a chiudere gli occhi davanti a una realtà sempre più scomoda, e infine – come ogni innamorato che scopre il tradimento – si trova improvvisamente senza più fede e punti di riferimento nella propria esistenza.

La scrittura è scorrevole e coinvolge, rendendo il racconto avvincente e conducendo così per mano nei meandri psicologici individuali e dei rapporti interpersonali, oltre a raccontare un pezzetto di mondo e della sua martoriata esistenza.

Soundtrack
U2 – Sunday Bloody Sunday
Culture Club – The war song
Wolfe Tones – Long Kesh

————————————————————————–
‘My traitor’
In life often the reality is not as it appears and also ties most sincere hide a face that just unveiled, reveals all its hardness and cause pain. A pain so deep as was the affection that bound two people.
This is the gist of the story from Sorj Chalandon it ‘My traitor’ and involves Antoine, the protagonist, a Parisian luthier, and Tyrone Meehan, IRA activist in the violent years of the civil war in Northern Ireland. The story goes through thirty years, since 1974 when the memory of the Bloody Sunday was still alive, through the death in jail of Bobby Sands and his fellows (1981), putting then choices of life and politics together, in the way to cover the ashes of a conflict never clearly defined.
In the book hits the passion of the young French for that English corner of Ireland, up to make it his homeland, up to embrace without hesitation the independence action without hesitation, up to turn a blind eye in front of an uncomfortable reallity, and finally – as every lover who discovers the betrayal – have suddenly no more faith and milestones in the lives.
The writing is smooth and involves the reading, compelling and thus leading by the hand through an individual psychological way and interpersonal relationships, as well as tell a bit of the world and its tormented existence.

About these ads

Tag:, , , , , , , , , ,

Categorie: Irlanda

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

2 commenti su “Il mio traditore”

  1. Giovy
    ottobre 17, 2012 at 9:11 am #

    Mi piace mi piace… lo voglio leggere

    • ottobre 17, 2012 at 12:07 pm #

      E’ davvero avvincente e reale. Forse perché ispirato a una storia vera!

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: