L’aringa cruda, ma marinata

Amsterdam-Aringa-cruda

Paese che vai, pietanza che trovi: le aringhe crude dei chioschi di Amsterdam [English version below]

Quando parliamo di cucina tradizionale, i piatti sono legati sempre al territorio e ai suoi frutti, oppure alla storia che, con le sue innumerevoli varianti, è capace di creare abbinamenti fuori dall’ordinario. In Olanda, paese del nord Europa, affacciato sul Mar del Nord, uno dei piatti tipici non poteva non essere il pesce e, nella fattispecie, l’aringa.

Passeggiando per Amsterdam è facile imbattersi in chioschi affollati dove questo alimento viene preparato e servito per essere consumato come un classico street-food. La preparazione è decisamente semplice e genuina: dentro panini (non tostati e neppure scaldati) vengono posti un paio di filetti crudi e marinati di questo pesce, a cui si possono aggiungere, a scelta, poche e veraci verdure di accompagnamento.

Il costo non è dei più economici (varia dai 4 ai 6 euro), ma – essendo una specialità consumata da molti locali – è impossibile esimersi dall’assaggiarlo. Il gusto si rivela gradevole per il misto di sapori che coniuga la polpa carnosa e amarognola dell’aringa con l’acidulo dei condimenti, mitigati dalla consistenza neutra del pane.

Se poi lo si degusta osservando il tranquillo passaggio di una chiatta lungo uno dei canali cittadini, allora la l’immersione nella città è totale. E viene voglia di mangiarne ancora!

Su Amsterdam / About Amsterdam
Amsterdam

Le case di Amsterdam / Amsterdam houses
XXX
A Wok to walk
Il Lercio / Filth

————————————————————————————–
Different country, different dish found: raw herring in Amsterdam kiosks.

When we talk about traditional cuisine, the dishes are always tied to the land and its fruits, or the story, with its many variants, is able to create sets out of the ordinary. In Netherlands, a country of northern Europe, overlooking the North Sea, one of the dishes is the fish and in this case the herring.
Walking through Amsterdam it’s easy to find crowded kiosks where this food is prepared and served, to be eaten as the most classic street-food. The preparation is simple and genuine: in a sandwiches (no roasted nor microwaved) are placed a couple of marinated fillet the fish, to which you can add, at choice, few and savory accompanying vegetables.
The price isn’t so cheap (between 4 and 6 euro), but – being a food eaten by many locals – it’s impossible not to try it. The taste is pleasant for the mixture of flavors that combines the fleshy pulp and bitter herring with the sour condiments, mitigated by the consistency of the bread.
And if it is eaten observing the quiet passage of a barge along one of the city’s canals, then the immersion is total. And comes the urge to eat one more!

About these ads

Tag:, , , , , , , , , , ,

Categorie: Olanda

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

4 commenti su “L’aringa cruda, ma marinata”

  1. ottobre 11, 2012 at 1:25 pm #

    Sai quanti di quei chioschi ho passato ad Amsterdam senza avere il coraggio di assaggiare? Poi mi sono tatta coraggio ma non ne sono rimasta entusiasta.
    Adoro, ad esempio, i “panini con l’aciugheta” tipici della laguna veneta.
    Sull’Isola di Man poi… aringhe à go-go… ma questo è meglio che lo racconti Gian :)

    • Barbara Oggero
      ottobre 11, 2012 at 1:49 pm #

      io l’ho trovato buono, ma credo dipenda molto da quello che ci metti insieme (cipolla, crauti, ecc): secondo me fa la differenza.
      anche se l’aciugheta veneta è decisamente più saporita!

  2. ottobre 11, 2012 at 3:03 pm #

    Interessante… Io ho provato la famosa aringa affumicata (kipper), sull’Isola di Man a colazione. Devo dire che è stata la colazione più lunga della mia vita :-), una cosa davvero orribile a metà tra il gasolio ed il pesce puzzolente. Sicuramente questione di gusti, ci sono tanti che la mangiano. Ciao e complimenti per il tuo lavoro.

    • ottobre 12, 2012 at 7:00 am #

      Grazie per il tuo commento e il tuo passaggio. Devo ricordarmi le tue parole quando visiterò l’Isola di Man ;-) e mi vien da dire che, per fortuna, ad Amsterdam non circolano (molte) auto e la loro aringa rimane ‘nature’ :-)

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: