Un Wok per Amsterdam

Metti un wok e una catena di ristoranti da asporto nel cuore di Amsterdam e si ottiene Wok to Walk , un’idea di ristorazione particolare che si basa sulla facilità di preparazione delle pietanze cinesi grazie alla pesante pentola che cuoce in ogni modo: dal fritto al vapore.

In alcuni orari l’affollamento fuori e dentro i locali mono-stanza è tanto: la coda parte dalla strada e si snoda attorno alla cucina, permettendo di assistere alle evoluzioni del cibo nelle pentole coniche, mentre alcuni tavoloni accolgono quanti vogliono mangiare in loco, nei piatti anziché nei box di carta con tanto di bacchette.

L’ordinazione è personalizzata e avviene in tre step: da un menù standard si sceglie prima l’ingrediente base (noodles, riso o verdura mista), poi quello principale tra 14 diversi dove figurano pollo, manzo, oca, calamari, infine si stabilisce la salsa di condimento, in versioni elaborate e variamente piccanti. Seguendo questa logica, ogni ordine risulta a sé e il piatto preparato è unico, oltre che fresco di cottura. Nonostante ciò, i tempi di attesa sono relativamente brevi, grazie soprattutto alla precisa organizzazione che lega i due o tre cuochi e il personale iperattivo, tutti di origine orientale (i lavapiatti, sul retro, invece sono ragazzi ‘caucasici’).

Il costo finale risulta quindi variabile, a seconda delle proprie scelte, ma la consistenza del piatto vale la spesa e, cosa fondamentale per un viaggiatore/turista, tiene la fame!

Nota: Wok to Walk è una catena in franchising presente in molte città europee.

Comments

  1. Giovy says

    Amsterdam mi è sempre piaciuta molto. Ho adorato un ristorante “all you can eat” vicino al Beginhof. La foto di questo wok me lo fa venire in mente.

Rispondi