Il sale del Mar Morto sulla pelle

Gli ottimi prodotti ricavati dal sale del Mar Morto, acquistati in Giordania e testati a casa 

 

Ora che la scorta di prodotti del Mar Morto della Giordania si sta esaurendo è come chiudere una porta di quel viaggio. Nonostante esista la possibilità di comprarli on-line, l’effetto psicologico non è lo stesso che acquistarli in loco dopo aver girato per un paio d’ore – almeno – nel grande magazzino del benessere alle porte di Amman.

Impilati in scaffali ordinati o messi sciolti nelle grandi ceste, flaconi, barattoli e sacchetti dai tanti colori lasciano solo l’imbarazzo della scelta. Copiosi campioni di prova e la solerzia del personale a fornire ciotole e acqua per un test istantaneo fanno poi scattare lo shopping compulsivo, giustificato dal motto: ‘Lo prendo, che qui mica ci posso tornare quando voglio!’.

Dai sali da bagno colorati alle creme idratanti, dai deodoranti agli scrub per il corpo, l’ingrediente principale è sempre il sale del mare dove si galleggia anche con un assetto negativo, trattato in modo da enfatizzare le sue proprietà lenitive e curative, senza urticare la pelle.

Le marche proposte sono diverse, suddivise per fascia di prezzo, e comunque tutte di gran qualità, sia per la donna che per l’uomo. Alcune di queste sono utilizzate anche nelle numerose SPA sorte sulle coste che guardano in faccia Israele dove i clienti, più turisti che giordani, si concedono trattamenti di bellezza e fanghi in riva al mare, prendendo la materia direttamente dall’acqua e spalmandosela su viso e corpo, sciacquandosi infine con un tuffo rigenerante e una nuotata molto divertente!

Comments

Rispondi