Città Imperiali

Marocco-Fes-Vasche-Tintura

Fes, Marrakech, Rabat e Meknes: suggestioni marocchine.

Fes, Marrakech, Rabat e Meknes: le città imperiali del Marocco sono un gran richiamo per i turisti, merito della particolarità dei luoghi e delle proficue e consolidate strategie di marketing, capaci di rendere accattivanti posti così vicini, eppur lontani dalla nostra cultura.

Nel corso della visita, lo Stato nord africano mantiene molte delle promesse soprattutto per quel fascino arabo, mescolato al grande caos di vita, che proietta il visitatore-viaggiatore in un’altra realtà. Souq animati, pieni di voci e odori, si alternano a madrase silenziose in cui si ode solo il rumore delle pagine del Corano; moschee dall’accesso limitato ai non mussulmani, bilanciano gli spazi ariosi di giardini floridi per una terra così arida; grandi piazze moderne e assolate si affiancano oggi ai vicoli freschi e ventilati delle Medine; eleganti Riad, per una vacanza all’insegna del relax, si contendono gli ospiti con le grosse catene alberghiere; le mura di cinta logore dal tempo e senza più una reale funzione rimandano a epoche remote, che tanto hanno condizionato la storia del Paese, e si accompagnano ad alcuni palazzi nobiliari visitabili.

Tutto questo fa di ciascuna una ‘città imperiale’, conservando però ognuna le proprie peculiarità: Fes è famosa per l’artigianato, dalla ceramica ai tappeti, e soprattutto per le vasche colme di colore dove vengono tinteggiati tessuti e pellami; la fondazione medievale è tangibile nelle stradine tortuose e labirintiche del centro antico, dove servirebbe un lungo filo per non perdersi. Marrakech dai muri rossi per il sangue dei suoi eroi, è frizzante e ricca di charme a tutte le ore, ma soprattutto la notte, quando richiama i visitatori coi fumi notturni e gli spettacoli degli incantatori di Piazza Jāmiʿ el-Fnā. Rabat, capitale moderna dal cuore antico, si fregia dell’incompleta torre di Hassan risalente al 1199. Meknes, storica capitale del Marocco dai grandi progetti architettonici, è una cittadina rilassante, oltre a essere la base privilegiata per un’escursione a Volubilis, insediamento degli antichi romani.

Tutte le città sono state residenza di sovrani importanti e recano perciò in dote Regge sfarzose, custodite dietro alte mura e portoni finemente lavorati, che sono essi stessi dei veri capolavori. Residenze che evocano – con la loro esistenza – l’idea di potere e ricchezza, e rappresentano un sogno ancora oggi per la maggioranza della gente. Le guide raccontano di stanze lussuose e giardini rigogliosi, di un’esistenza agiata, e sulle loro parole bisogna costruire nella mente quegli ambienti da favola ma non visitabili, perché proprietà privata della famiglia regnante. A chi vi passa davanti non rimane che soffermarsi e contemplare quelle gran belle porte, per portare nel proprio bagaglio d’esperienza l’idea che, in Marocco come un po’ in tutto il mondo, quel che vi è di meraviglioso ancora troppo spesso è ad appannaggio esclusivo di sovrani e potenti.

NOTA A MARGINE: il Palazzo di Fes si apre su una grande piazza, molto animata durante il giorno dai locali e dai Gran Touristi assiepati sotto le mura a guardare i portoni; al calar della sera è vietato avvicinarsi alla Residenza e gli ignari trasgressori vengono – gentilmente – invitati ad allontanarsi da un servizio di polizia sempre presente.

About these ads

Tag:, , , ,

Categorie: Marocco

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

One Comment su “Città Imperiali”

  1. agosto 27, 2012 at 5:17 pm #

    Il Marocco è stato il mio primo viaggio zaino in spalla e in solitaria, avevo 24 anni. Sono rimasta per quasi due mesi, ho dormito a casa di locali, mangiato con loro, andata all’hammam, imparato a cucinare locale.
    Metti le città meravigliose, i suk labirintici (in particolare quello di Fes) ma questo Paese continua ad essere uno dei miei preferiti almeno nei miei ricordi!
    Vorrei tornarci e vedere cosa è cambiato in 8 anni!

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: