Todi, a tutto tango

L’appuntamento è nella piazza principale di Todi, tra il Duomo dell’Annunziata, il Palazzo dei Priori e quello del Popolo, dove per il terzo anno consecutivo si svolge un Festival del Tango capace di attirare un migliaio di persone nella cittadina umbra.

La musica argentina per definizione diventa protagonista nella patria di Jacopone dal 28 Giugno al 1 Luglio e gli edifici trecenteschi, compresi nell’originaria cinta muraria, sono testimoni di Workshop e Milonghe dove è possibile ballare dall’ora di pranzo a tarda notte, spostandosi dal raccolto porticato di Piazza del Popolo fino alle mura possenti della Sala dell’Arengo.

Il logo a scacchi bianchi e neri dell’evento, dal sapore di antico Comune, campeggia sugli edifici e identifica le aree dedicate al ballo: il centro storico si trasforma una grande sala da ballo a cielo aperto, dove lasciarsi trasportare dalla musica sotto lo sguardo attento degli abitanti che si assiepano contro le transenne e assistono allo spettacolo travolgente offerto da camminate profonde, ocho adelantes, lapis e volcados.

Le condizioni climatiche durante le due passate edizioni, tenutesi nella festività del 2 Giugno, non erano state favorevoli, quindi l’augurio è che questa nuova collocazione sul calendario aiuti a godersi la manifestazione senza ombrello o cerate.

Forte è il rammarico per non potervi partecipare quest’anno, perché c’è qualcosa di magico nell’udire quella melodia lontana mescolarsi con la storia della piccola e vitale cittadina umbra; è emozionante sentire le note flebili infilarsi tra i vicoli stretti e arrivare anche nella terrazza panoramica più distante, da cui ammirare le stelle cullati dalle parole di una canzone struggente.

Dormito e mangiato da: Hotel Fonte Cesia

Rispondi