Il Castello con la torre pendente

Il Galles del Sud: appena un assaggio tra Cardiff e Caerphilly.

Arrivando da Bristol, la via d’accesso al Galles è il Severn Bridge. Uno arioso ponte bianco che collega i due versanti di colline dall’erba brillante e ricoperte di fiori d’un giallo intenso anche col cielo plumbeo. La struttura di lastre e cavi in acciaio, lunga appena 1,5 km, mantiene un’integrità e una modernità nonostante la sua costruzione sia avvenuta quasi mezzo secolo addietro e – come tutti i ponti sugli stretti naturali – ha la capacità di sospendere il fiato ed emozionare.

La campagna si infrange nella periferia di Cardiff, il capoluogo della regione. Centro minerario e porto di grandi traffici dell’epoca vittoriana, la città propone edifici di bellezza come il Castello del 1068, la Cattedrale del XIII secolo e la Galleria Nazionale che contiene una bella collezione di opere impressioniste (tra cui Il Bacio di Rodin e La Parigina di Renoir). Luogo animato e popoloso, Cardiff costituisce in parte un’eccezione rispetto ai canoni più tranquilli del Wales, infatti basta spostarsi di una dozzina di kilometri a nord per addentrarsi nello spirito di una comunità agreste.

Una sosta lungo la strada, dove il pendio si avvicina inesorabilmente alle nuvole basse, svela un panorama a tuttotondo sulla vallata. Un gentleman in cerata pesante e fulvi segugi al seguito si ferma nel vento gelido e dopo pochi convenevoli, diretti e franchi, allunga il braccio per mostrare l’Inghilterra oltre il fiume Severn, l’agglomerato di Cardiff poco distante e – dalla parte diametralmente opposta – il Castello di Caerphilly appena celato da una collina.

L’omonima cittadina è un piccolo insieme di case basse, che si inerpicano su strade in pendenza, e di cottage. I negozi lungo le vie principali offrono prodotti di immediata necessità e un paio di centri commerciali compensano le mancanze e allungano l’orario degli acquisti. I pub paiono l’unica alternativa sociale dopo la chiusura degli esercizi commerciali, per parlare davanti a una buona pinta di birra locale, leggera e poco amara, mangiare qualcosa di fritto e tirare due freccette sperando di far centro.

La vera attrazione di Caerphilly è il Castello, quasi perfettamente conservato e con una torre pendente che l’ufficio del turismo mette a confronto con la più famosa sorella pisana, sostenendo – in effetti – che il suo raggio di piega è maggiore. Costruito su un’isola nella seconda metà del 1200, con forma concentrica, è posto al centro di un lago artificiale circondato da un parco curato dove imperano papere e anatre. Le sue alte mura con torrette di avvistamento celano un complesso difensivo, composto da ponti levatoi, saracinesche e doppie porte.

Classificato come il secondo maniero del Regno Unito per estensione, y Castell (castello in gallese) è visitabile in tutta la sua superficie e sino alla sommità, da cui si gode una bella vista panoramica nelle giornate limpide. Privo di orpelli e dalle finestre minuscole – com’è normale per la latitudine e il periodo storico di edificazione – la sua esplorazione è piacevole, immaginando soprattutto la vita del passato tra quelle scale a chiocciola, quei muri trasudanti umidità e il gran salone affrescato.

Può interessare anche:
- Wales, la terra del Dragone Rosso
- Le verdi colline del nord, tra pioggia e castelli
- Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch
Nord-Ovest: on the road nel Medioevo gallese
- Prince of Wales
- Da Saint Davids a Chepstow: storia e atmosfera
- Andar per Dolmen

—————————————————————————

Info pratiche
Severn Bridge: costo del pedaggio 6 Pounds (si paga solo in direzione S>N e non in senso opposto)
Visite ai Monumenti: molti Castelli e Abbazie in Wales aderiscono al CADW, che propone ticket d’ingresso a prezzo scontato per coppie e famiglie della durata di 3gg (diluibili in una settimana) o 7gg (diluibili in 14gg)
Mangiato a: Pub The Court House > Un sandwich? Molto di più!
Dormito a: Hotel Premier Inn 

Comments

  1. says

    Bellissimo il castello di Caerphilly, e la torre pendente è veramente impressionante: a vederla da vicino sembra che debba cadere da un momento all’altro!

Rispondi