Náfplio e le tre fortezze

Grecia-Nafplio-Bourtzi

Sul Golfo di Argolico il cielo diventa rosa al tramonto e la fortezza di Boúrtzi, situata su un’isoletta poco lontana dalla costa, guarda accendersi la città vecchia di Náfplio.

Meta turistica della classe media greca, ormai in via d’estinzione, e di europei dell’est, la cittadina sul Peloponneso orientale è graziosa, quasi romantica. Un piccolo nucleo d’architettura italiana dominata da un’altra fortezza, settecentesca, di Palamede, posta sull’alta collina. Da lassù si gode una bella vista – e si ha il controllo – del mare e dalla zona circostante.

Gironzolare tra le viuzze lineari e squadrate è piacevole, in una ricerca estenuante dell’ombra dalla canicola estiva; nobili palazzi neoclassici, eredità del dominio veneziano, appena restaurati (o in via di ristrutturazione) ospitano pensioni eleganti e boutique hotel dalle poche stanze, gli arredi ricercati e un servizio di qualità.

La terza fortezza, di Acronafplia, occupa una parte del centro storico, a ridosso delle cui mura si sviluppa qualche scempio edilizio, oltre alla grande concentrazione di caffè, ristoranti, gelaterie, locali notturni e negozi ricercati, ma anche prettamente marittimi.

Se durante il giorno la vita si svolge lungo il molo, a un ritmo rallentato per il solleone, è solo la sera – quando i villeggianti tornano dalla sabbiosa spiaggia di Karathóna – che la vita si accende e, tra le luci vivide dei locali, si procede nello struscio tra le vie pedonali e l’affollata, centralissima Plateia Kapodistria, dal nome del primo Presidente greco che qui morì in un attentato nel 1831.

Passata sotto il controllo alternato di veneziani e ottomani  per oltre quattro secoli, la sua storia assume rilevanza nazionale nel 1829 quando diviene la prima capitale della Grecia indipendente. Però già nell’antichità essa ebbe un ruolo importante, essendo uno dei porti principali dell’evoluta civiltà micenea. Il sito archeologico di Micene si trova infatti a una ventina di kilometri e raggiungerlo da Náfplio significa compiere un viaggio tra colline asciutte di uno Stato agricolo e nella storia dell’uomo.

————————————————————————————————-

Info pratiche
Aeroporto:
Eleftherios Venezelos di Atene
Raggiungerla: a 170 km dall’aeroporto di Atene, percorrendo la Strada 6/E94 e quindi la Strada 8A/E94 (attraversando lo Stretto di Corinto)
Dove dormire: Pensione Isioni
Dove mangiare: Mezedopoleio O Nuolis
Cosa vedere:
Fortezza Palamede: orario 8-19, costo 4€
Fortezza di Acronafplia: libero
Fortezza di Boúrtzi: visite in partenza dal molo, 4€ a/r
– Sito archeologico di Micene: distante 22km, orario 8-20, costo 8€
– Sito archeologico di Epidauro: distanza 30km, orario 8-19.30, costo 6€

Sulla Grecia anche:
Tour per la Grecia continentale
Due giorni ad Atene
Meteore, sospesi tra terra e cielo
Cicladi, il bianco e il blu
Santorini, l’isola dalle molte anime
Sarakiniko dalla bianca scogliera
Creta, il Palazzo di Cnosso

About these ads

Tag:, , ,

Categorie: Grecia

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

Non c'è ancora nessun commento.

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: