Toledo, al color del marzapane

Toledo pare un villaggio da presepe, con le basse case color del marzapane adagiate in modo irregolare sulla collina dominata dalla potente costruzione dell’Alcázar.

L’essenza di Toledo si coglie dalla collina di fronte, dall’Ermita Nuestra Señora de Cabeza, da cui si gode la meravigliosa vista sull’intera cittadina castigliana. Una delle più antiche di Spagna, sorge su un’altura di granito circondata per tre lati dal fiume Tago, che scorre attraverso una profonda e selvatica gola verdeggiante. Cinta ancora in parte da fortificazioni gotico-moresche del 600 circa, pare un villaggio da presepe quando di sera le luci dei vicoli e delle case si accendono e i potenti fari illuminano i monumenti sulla sua sommità.

Stradine strette e irregolari, ma anche vicoli ciechi, che rimandano al passato arabo sono il dedalo da percorrere per perdersi e ritrovarsi tra abitazioni color marzapane, quasi volesse rendere omaggio alla celebre pasta che veniva prodotta dalle suorine laboriose del Convento di San Clemente.

Barbara Oggero foto Spagna Toledo

Spagna | Toledo, Puente de Alcantara

Prima delle 10 del mattino solo i passi di alcuni anziani rompono il silenzio di un sonno protratto e Toledo concede angoli solitari da immortalare alla luce dorata del sole nascente. Dalla Puerta del Sol, la più importante delle porte cittadine, in stile mudéjar, si percorre un tratto di mura – con le terrazze panoramiche da cui ammirare la pianura fino alla Sierra de Gredos – e si raggiunge il Puente de Alcantara, composto da una torre moresca e una barocca alle estremità. Oltrepassarlo e quindi voltarsi significa ammirare dal basso verso l’alto l’incastro irregolare e romantico di abitazioni restaurate o costruite secondo una logica edilizia che non deturpa il panorama.

Fulcro della vita è la triangolare Plaza de Zocodover, con negozi, ristoranti e comode panchine, da cui è possibile raggiungere con brevi scarpinate tutti i punti importanti. La Cattedrale (orario 10-18, costo ingresso 7€ + torre 3€), costruita tra il 1227 e il 1493 sul luogo di una moschea, è il secondo edificio religioso gotico più importante di tutta la Spagna, di imponente bellezza; l’Alcázar (non visitabile) sorge sul punto più alto della città al posto di una precedente fortificazione romana e vanta la strenua difesa, per 68 giorni, alle truppe governative di Franco durante la guerra civile.

Barbara Oggero foto Toledo Spagna

Spagna | Vista su Toledo

Una delizia per il palato è percorrere la via commerciale di San Tomè, dove un’antica Confiteria produce e vende dolci e sculture di marzapane dal 1856: fermarsi davanti alle vetrine significa anche ammirare delle vere opere d’arte plasmate con lo zucchero e le mandorle. Poco più in basso si snoda l’antico quartiere ebraico della Juderia dove visse il pittore El Greco, nativo di Creta che lavorò e morì nella casa oggi visitabile (orario 9.30-20, costo ingresso 3€) per ammirare alcune delle sue opere.

Chiese come piccoli gioielli incastrati tra le case sorgono un po’ ovunque, ciascuna con la propria bellezza e tesori degni di nota: affreschi antichi e una gran profusione di dipinti del pittore greco, sepolto in Santo Domingo el Antiguo. Una bella passeggiata appena fuori le mura, in un parco curato per il jogging e le attività sportive, rende piacevole il dopocena, quando il sole scende e sulle rive del fiume si scoprono i resti malconci di un acquedotto romano, con annesse terme. Un’aria primaverile sposta le fronde degli alberi e alzando lo sguardo verso una composizione urbana tanto romantica quanto rilassante, piena di storia ma anche allegria e vitalità, ancora a misura d’uomo, si comprende perché Toledo nella sua interezza sia entrata nel 1987 a far parte dei patrimoni dell’Unesco.

Dormire: El Diamantista

Nota: Toledo è una cittadina dalla grande vocazione turistica, spesso solo di passaggio verso  l’Andalusia. Per assaporarla è consigliabile fermarsi una giornata e mezza. Bisogna tener presente che l’area entro le mura è ‘abitata’ prevalentemente dai turisti: i toledanos risiedono in una zona moderna, appena fuori, in direzione nord.

Il viaggio di cinque giorni da Toledo a Salamanca.

Rispondi