Il carnevale afroportoghese della Guinea

carnevale guinea

Pratiche religiose, ritmi tribali, usanze africane ed europee si mescolano in uno dei pochi carnevali del Continente Nero.

Incastonata nel delta del Rio Gèba, la lussureggiante Guinea-Bissau è un paradiso di paesaggi lussureggianti, in cui la natura si manifesta con tutta la sua potenza e le tradizioni dell’Africa occidentale si mescolano inevitabilmente col colonialismo portoghese. Pratiche religiose, ritmi tribali e usanze sia africane che europee hanno creato un mix dinamico, soprattutto nella celebrazione di festività come il Carnevale, uno dei pochi a svolgersi nel Continente Nero.

Mesi di preparativi precedono i quattro giorni senza sosta di festeggiamenti (dal sabato al martedì grasso): tamburi e altri tipi di percussioni, maschere e costumi vengono costruiti con materiali riciclati o trovati in natura, per poi sfilare lungo le strade al ritmo dei balli di diverse etnie come se nulla di più importante vi fosse. Suoni ripetitivi e ipnotici fanno muovere corpi lucidi di olio di cocco o impastati di farina; bellissime donne dal fisico nodoso indossano costumi semplici e carichi di perline colorate per ballare leggere come uccelli; gli uomini vestono le pelli di coccodrillo e si acconciano come gli avi guerrieri, mostrando il loro coraggio in prove antiche. È un’esplosione irrefrenabile di festa e vitalità, di risate e divertimento per ogni età.

Sfilano di villaggio in villaggio, nei sobborghi delle cittadine e della capitale Bissau, indossano mascheroni di cartapesta che alludono a divinità cattive fin dove il Rio esplode nell’Oceano Atlantico e conduce nelle Bijagos, un arcipelago di isole pressoché incontaminato dichiarato ‘Riserva della Biosfera’ per la varietà di fauna marina unica nel suo genere. Sotto le fronde delle palme, mosse da una leggera brezza, su una striscia di sabbia bianca dell’isola di Bubaque, si può assistere a un vero carnevale tribale dove gli iniziati, i danzatori e i sacerdoti indossano maschere intagliate nel legno ed eseguono riti magici, ancestrali, per chiedere la protezione delle divinità dai malanni o dal malocchio. Per esorcizzare il Male, sempre e comunque.

About these ads

Tag:, , , ,

Categorie: Guinea-Bissau

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

Non c'è ancora nessun commento.

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: