Una volta all’anno è lecito impazzire

carnevale-rio de janeiro

A guardar fuori dai confini patri ci si rende conto che il Carnevale è una grande festa globalizzante, seppure ciascun paese mantenga fede ai rituali dettati dalla tradizione e alla simbologia ad esso collegata.

In Brasile, dove si tiene il Carnevale per antonomasia, è la musica ad avere un ruolo centrale. La Samba, oggi celebrata con la sfilata di carri allegorici, ballerine e ballerini di tutte le scuole del paese, costumi e maschere, in passato era protagonista solitaria e cogliendo tra i fotogrammi del ‘sambodromo’ di Rio de Janeiro, i movimenti frenetici di anche e sederi che sfidano la gravità, si ritrova l’originario significato, angolano, di questo ballo: il colpo d’ombelico.

Passando a latitudini più rigide, colpisce invece il festeggiamento finlandese coi bambini sugli slittini addobbati a urlare ‘Lino, lungo lino’ durante le loro discese. Rifocillati con latte bollente e brioches di pasta di mandorle, i piccoli ricordano di quando in questo paese nordico si coltivava il lino e – scivolando sullo strato di neve che simula le trame del tessuto – augurano un abbondante raccolto.

In Grecia sono gli sposi ad avere il ruolo principale: finti cortei nuziali con invitati al seguito sfilano per le strade. Tra i presenti anche l’uomo della cenere, che getta manciate della sua polvere sulla gente per difendere il proprio gruppo dalla cattiveria.

Dagli sposi greci si passa ai poliziotti in Colombia. Ogni quartiere della cittadina di Barranquilla organizza una festa dal tema libero, a cui partecipano sempre e comunque le maschere dei tutori della legge e la morte. Quest’ultima, vestita con una tunica nera su cui è disegnato lo scheletro, reca in mano una falce di legno e sparge tutt’attorno farina; i poliziotti invece sono uomini dalla corporatura robusta e procedono in fila indiana per mantenere l’ordine tra i festeggiati brandendo un coltello. Le celebrazioni di piazza, molto sentite e seguite (è considerato il secondo carnevale dell’America Latina), comprendono anche una battaglia coi fiori durante la sfilata dei carri, al cui seguito balla la Regina del Carnevale a ritmo di musica caraibica.

Fiori a fare da padroni anche alla sfilata di Nizza. Carri a tema (quest’anno sarà lo sport), teste giganti e battaglie di fiori animano le sfilate diurne e notturne lungo la Promenade des Anglais, in uno spettacolo che mescola profumo, eleganza e maestosità per l’imponenza dei carri.

Leggermente spostato avanti nel tempo, subito dopo il Mercoledì delle Ceneri, si tiene il Carnevale di Basilea. Un boato rompe il silenzio del primo mattino e al rintocco della quarta ora uomini con maschere grottesche circolano per il centro storico oscurato, illuminati solo da delle alte lanterne. Nel pomeriggio poi avviene la classica sfilata con un tema portante, ma parodiato; la sera infine, i partecipanti vanno di ristorante in bar per commentare l’anno appena trascorso con declamazioni anche irriverenti. La festa prosegue nei vicoletti della cittadina per altri tre giorni, fino al quarto rintocco mattutino della campana.

Il calendario della celebrazione svizzera induce quindi in errore chi pensa che il carnevale si svolga ovunque nello stesso periodo. In Danimarca, ad esempio, i tre giorni di divertimento si svolgono a fine maggio (nel fine settimana di Pentecoste): musica, spettacoli e sfilate, oltre all’abbondante presenza di banchetti dove degustare specialità locali e tantissime torte.

Un altro carnevale fuori stagione è quello di Notting Hill a Londra, usualmente in programma l’ultimo fine settimana di agosto. Iniziato come spin-off del Carnival de Trinidad ha raggiunto ormai un’ampissima fama, riuscendo però a conservare le sue radici caraibiche e mantenendo la musica come elemento centrale della festa.

Il motto latino ‘semel in anno licet insanire’ viene quindi applicato in ogni parte del mondo e, anche se non importa quando, l’importante per tutti è dar sfogo a una sanissima pazzia.

About these ads

Tag:, ,

Categorie: reporterpercaso

Seguimi

Ciao, sono Barbara e questo è un messaggio automatico per la conferma del servizio di sottoscrizione al blog. Per favore, procedi come da indicazioni qui sotto.

Non c'è ancora nessun commento.

Dì la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: